La scuola delle farfalle.
Laboratorio di scienze naturali e cittadinanza attiva.

È un percorso in cui si lavora sulla possibilità di raccontare il proprio modo di vedere e di vivere l’ambiente quotidiano della scuola, i partecipanti in veste di giovani cittadini hanno quindi la possibilità di elaborare creativamente idee e proposte di cambiamento. La sensibilizzazione ambientale è il filo conduttore del nostro viaggio che ci porta a colorare gli spazi aperti della scuola con la sistemazione di orti volanti, un giardino delle farfalle e alberghi per insetti. In classe sarà avviato l’allevamento dei bruchi, nella festa finale saranno liberate le farfalle. Uno degli obiettivi del percorso è quello di far scoprire ed esplorare ai bambini e alle bambine il fascino della biodiversità presente nel cortile/giardino della scuola e valorizzarlo.

 


Circoburattinando!
Progetto per lo sviluppo psicomotorio e le potenzialità creative.

È un percorso che utilizza le arti di strada come mediatrici nel lavoro sulle relazioni di gruppo e sulle proprie potenzialità espressive, concentrando l’attenzione in particolare sul teatro dei burattini e la pratica della giocoleria. Il teatro dei burattini permette infatti di sperimentare con la manualità, il corpo e la voce, dando sfogo alla fantasia e creatività; parallelamente la pratica della giocoleria, consente un armonico sviluppo psicofisico integrale, permettendo di risvegliare l’equilibrio interno, le simmetrie del movimento, la coordinazione oculo-manuale, i riflessi e l’autostima, valorizzando le attitudini personali di ognuno. Viene svolto in due moduli: un modulo di creazione dei burattini con la cartapesta, un secondo modulo di animazione dei burattini.

 


Alla scoperta di un mondo segreto!


Percorso sperimentale di avvicinamento alle scienze naturali attraverso le arti circensi, l’arte e l’osservazione diretta.
È un viaggio nel mondo della natura e ci porterà a curiosare su diverse tematiche come l’ecologia, la biodiversità, le paure, le trasformazioni. Il percorso si propone di far esperire ai partecipanti delle sensazioni stimolate da elementi della natura, attraverso l’osservazione diretta di particolari specie animali si riscopre il fascino della biodiversità e si accresce la meraviglia e il rispetto verso il mondo della microfauna. Tutti i bambini e le bambine hanno infatti una naturale predisposizione ad esplorare il mondo della microfauna, con il nostro percorso si cerca di incentivare questa attitudine spontanea, prevenendo o aiutandoli a superare le paure e fobie che noi adulti spesso trasferiamo su di loro.


MiniMù (in allestimento)
Piccolo Museo Itinerante del Microcosmo

È un progetto nato dal desiderio di realizzare un museo di scienze naturali itinerante e accompagnarlo ad attività di divulgazione scientifica che possano coinvolgere un’utenza che va da piccoli gruppi e famiglie ad intere classi.
L’immaginario estetico scelto è quello delle Wunderkammer del 1700, i cosiddetti Gabinetti delle Meraviglie in cui l’esotico e le scienze naturali entravano in commistione rendendo possibile lo stupore nel visitatore. L’allestimento del MiniMù consiste in valigie che contengono le camere delle meraviglie, con curiosità e reperti del microcosmo racchiusi in ampolle e piccoli scomparti, il contenuto può essere arricchito e tematizzato a seconda del contesto ambientale in cui viene presentata la mostra. La mostra è facilmente trasportabile e allestibile in qualsiasi spazio, come parchi giardini e musei, e viene animata da due operatrici/operatori dell’associazione, che con abiti d’epoca e racconti riportano gli spettatori all’atmosfera degli esploratori del periodo illuminista. La metodologia partecipativa permette di adattare il percorso su campo, rendendolo fruibile da diversi target di utenza: dai bambini della scuola dell’infanzia agli adulti.

 


Dalla scuola al bosco.
Progetto per facilitare la continuità scolastica attraverso l’educazione alla terra.

Il progetto propone una giornata nel bosco dedicata a due classi in contemporanea, quinta elementare e prima media, o terza media e prima superiore. Si alterneranno momenti condivisi dall’interno gruppo e attività per piccoli gruppi misti tra gli alunni e le alunne delle vari classi, in modo da poter meglio lavorare sulla continuità tra scuola primaria e scuola secondaria di primo grado e facilitare il passaggio e le relazioni tra le fasce di età coinvolte.
Durante l’uscita i partecipanti saranno coinvolti in giochi, percorsi sensoriali, percorsi naturalistici, laboratori ludico artistici, caccia ai tesori del bosco; attraverso il contatto diretto con la natura, l’arte, il movimento, la poesia e il teatro saranno indagati alcuni aspetti del bosco e dei suoi abitanti, animali e piante, un ottimo modo per avvicinare i partecipanti alla comprensione della biodiversità e accrescere la meraviglia, la conoscenza e il rispetto verso il mondo della microfauna e flora locali.

 


Progetto di Circo Sociale

Il progetto ha come finalità lo sviluppo e il rafforzamento di una coscienza civica, sociale, sviluppare la curiosità, attenzione e responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente sociale, il consolidamento della creatività e fantasia, la comprensione e riflessione critica di alcuni processi comunicati e relazionali. Le Arti Circensi in questo contesto sono mediatore nella relazione operatore – utente, e parallelamente strumenti utili allo sviluppo psicofisico e relazionale. Il progetto nasce per dare la possibilità ai beneficiari ( bambini della scuola primaria e secondaria) di conoscere e confrontarsi con alternativi linguaggi ludici e artistici, sviluppando la propensione all’ascolto , la collaborazione e partecipazione attiva nei processi sociali della comunità.
Il progetto nasce dall’idea di portare una visione dell’educazione psicofisica, dello sport e dell’arte circense, quali canali e strumenti di inclusione sociale, espressione e crescita personale e di gruppo; strumenti ai quali è stato riconosciuto grande valore psicopedagogico.


Guido tra i Banchi
Progetto di Educazione stradale e mobilità sostenibile per la scuola primaria

Il progetto pensato per un pubblico di bambini dai 6 ai 12 anni, ha come finalità lo sviluppo e il rafforzamento di una coscienza ecologica, della curiosità, attenzione e responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente urbano che ci circonda, il consolidamento della creatività e fantasia, la comprensione e riflessione critica di alcuni processi che caratterizzano il modello socioeconomico consumistico in cui viviamo.

Per maggiori info clicca qui.
Guarda il video del progetto.

 


Artaruga

Coworking e spazio creativo condiviso, è un progetto nato dall’incontro di due associazioni culturali Punti di Vista e Urban Center. Si tratta di uno spazio per liberi professionisti, creativi, startup ed associazioni che credono nella circolazione dei saperi e nella condivisione delle idee. Sorge a Cagliari in una posizione particolare che collega il Terrapieno con via San Giovanni, una delle vie principali del quartiere storico di Villanova.
È un luogo creativo di lavoro, di formazione, di incontro e di relazioni, aperto all’organizzazione di eventi e workshop artistici e culturali che prendono vita nel giardino e nelle sale interne.
Contatti: info@artaruga.eu
Sito web: www.artaruga.eu
Seguici su facebook

catalogo_punti_di_vista