Racconti di una formazione senza fine…

La nostra associazione Punti di Vista è nata ad agosto del 2006 e si è subito concentrata sulla sensibilizzazione ambientale in tutte le sue sfaccettature, un filone che da sempre ha accomunato tutti noi operatori ed operatrici. Ognuno di noi dava il suo contributo sull’argomento in relazione alla propria specificità. Abbiamo iniziato quindi a portare la “natura” nelle scuole, nelle biblioteche, nei festival, nei parchi con laboratori educativi e piccoli workshop di formazione.

Tutto ebbe un “nuovo inizio” nel 2014 a seguito di un bando che ci consentì di svolgere una interessantissima formazione per insegnanti e per operatori e operatrici dell’Agenzia Forestas e che ci aprì al mondo dell’educazione all’aria aperta.

In quell’occasione nacque il progetto “Io l’ambiente e gli altri”, percorso formativo dedicato all’educazione all’aria aperta e in natura da svolgersi in due giornate consecutive. Lavorammo immersi nelle più belle foreste delle Sardegna potendo sperimentare tutte le nostre conoscenze e ricerche, relative a metodi alternativi nel far divulgazione e didattica non formale.

Dato il successo delle proposte presentate, decidemmo di approfondire gli argomenti e portare avanti il progetto estendendolo a tutti coloro che avrebbero desiderato esplorare questo mondo e stile di insegnamento.

 

Parallelamente al percorso delle  formazione, prendeva forma il progetto Vita da Elfi, progetto residenziale in foresta dedicato a bambine, bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni, grazie al quale potevamo mettere in pratica  e affinare gli insegnamenti proposti nelle formazioni; i due progetti continuano in parallelo per ben 7 anni fino ad arrivare ad oggi! Man mano che Vita da Elfi cresceva, cresceva anche la nostra esperienza professionale e le proposte presentate in ambito formativo.

Da subito ci rendemmo conto dell’esigenza di un percorso formativo che si avvicinasse il più possibile alle esperienze residenziali che vivevamo con i bambini: da 6 anni la nostra proposta formativa è diventata quella di un’immersione completa in natura al fine di offrire vere ore di esperienza pratica e diretta che stimolano riflessioni profonde, permettano la sperimentazione diretta dell’interrelazione tra esseri umani e natura,  con l’augurio che più persone percepiscano questo legame e ne facciano tesoro.

Questo anno sarà il settimo anno di Io l’ambiente e gli Altri, e sarà proposto con una novità in più: una formazione continua durante tutto il corso dell’anno.

Il primo step inizierà sempre con un weekend residenziale, Pedagogia della natura e didattica esperienziale, workshop in gestione e conduzione dei gruppi in foresta e processi di apprendimento,

ambientato nella foresta del Monte Limbara nel parco di Vallicciola (Tempio); a seguire durante l’anno scolastico verranno proposti differenti moduli di approfondimento relativi ai principali aspetti dell’ecologia e dell’educazione all’aria aperta. Questa idea nasce dal desiderio di rimanere sempre più connessi all’argomento e dare una possibilità di studio e confronto a chi sente la necessità di aprirsi a questo mondo e ampliare le proprie metodologie. L’altro nostro desiderio importante è creare una rete di crescita reciproca, allacciare nuove connessioni e sviluppare un percorso longitudinale di scambio e collaborazione.